Andare a Dormire e non avere una persona a cui scrivere “buona notte”. Mi Manchi.

Andare a Dormire e non avere una persona a cui scrivere “buona notte”.

Mi Manchi.

1
That’s me .
#Gattinoni #fashion #style #modelling in Chedi hotel #Muscat, amazing !
“E una cosa la so, che due matti non fanno uno sano, alle volte peró sono bravi a tenersi la mano.”
3690
LETTERA DI UNA INNAMORATA ALLA SUA ITALIA Cara Italia, gia’ da un po’ di tempo penso di scriverti questa lettera e finalmente ho trovato il coraggio per farlo. Ormai ci Siamo lasciati da un paio di anni. Tu sai perfettamente che io adesso frequento Oman e per questo mi accusi di tradirti. Ma Italia, io ti penso continuamente. Tutti i giorni penso ai tuoi paesaggi di collina, ai tuoi paeselli di montagna,ai vicoli di quelle belle cittadelle sperdute. Ogni giorno penso alle giornate di sole primaverili trascorse al lungomare e a quelle invernali in attesa dei fiocchi di neve. Penso a quanto sia Bella e calda la nostra lingua, che quando la parliamo sembra che intoniamo una canzone di Modugno. E penso a quanto sia buona la cucina delle nostre mamme ed il vino che portano a casa i nostri papa’. E penso all’affetto dei nostri nonni e a a tutte le volte in cui ci fanno da complici, da baby sitter e da catechisti. E ai nostri buoni amici, che se stasera offro io la cena, domani la offrono loro. Penso a quanto sia unica al mondo la nostra cultura, quanto ricca sia la nostra storia, quanto profonda sia a volte la nostra musica. Io non penso che Oman,Africa,Stati Uniti, Francia, Brasile e tutti gli altri siano da meno. Ma tu per me sei speciale. Cara Italia, io ti Amo. Ma tu, tu non ami me. E non mi rispetti. Non presti attenzione a tutti gli sforzi che io ho fatto per migliorarmi come persona. Non ti prendi cura di valorizzare i miei talenti, di riconoscermi i premi che merito. Ecco Italia, io sono andata via perche’ Pensavo che tu non mi meritassi. Ma adesso stai facendo dei sacrifici per riavermi li? Stai lavorando affinche’ io possa tornare con te? Italia, onestamente quello che vedo e’triste e non mi piace. Sento dire che stai lasciando scappare centinaia di persone come me. E perche’, Italia? Perche’ ti lasci sfruttare da chi non ti vuole bene? Da chi sta con te per abitudine, o per brama di ricchezza,da chi sfrutta le tue potenzialita’ per un tornaconto personale? Italia, pensaci ti prego. Pensa a quello che siamo stati per tutto questo tempo. Pensa a chi eravamo e a chi potremmo essere insieme. Noi siamo una forza tutti e due. Ma da soli, l’uno senza l’altro, siamo incompleti, renditene conto. Cara Italia,impara ad amarmi,ad apprezzarmi, a farmi stare bene. Ed io ritorno presto, lo giuro. Ma tu dimostrami che oltre alla tua bellezza sai offrirmi qualcosa di piu’. Perche’ a me Pavarotti, Caravaggio, il Marsala dolce con i tagliancozzi,la nazionale italiana di calcio,le lasagne della zia Enza, a me piacciono. Ma,Italia, solo quelle adesso non bastano piu’.

LETTERA DI UNA INNAMORATA ALLA SUA ITALIA

Cara Italia,
gia’ da un po’ di tempo penso di scriverti questa lettera e finalmente ho trovato il coraggio per farlo.
Ormai ci Siamo lasciati da un paio di anni. Tu sai perfettamente che io adesso frequento Oman e per questo mi accusi di tradirti.
Ma Italia, io ti penso continuamente.
Tutti i giorni penso ai tuoi paesaggi di collina, ai tuoi paeselli di montagna,ai vicoli di quelle belle cittadelle sperdute. Ogni giorno penso alle giornate di sole primaverili trascorse al lungomare e a quelle invernali in attesa dei fiocchi di neve. Penso a quanto sia Bella e calda la nostra lingua, che quando la parliamo sembra che intoniamo una canzone di Modugno. E penso a quanto sia buona la cucina delle nostre mamme ed il vino che portano a casa i nostri papa’. E penso all’affetto dei nostri nonni e a a tutte le volte in cui ci fanno da complici, da baby sitter e da catechisti. E ai nostri buoni amici, che se stasera offro io la cena, domani la offrono loro.
Penso a quanto sia unica al mondo la nostra cultura, quanto ricca sia la nostra storia, quanto profonda sia a volte la nostra musica.
Io non penso che Oman,Africa,Stati Uniti, Francia, Brasile e tutti gli altri siano da meno. Ma tu per me sei speciale.
Cara Italia, io ti Amo.
Ma tu, tu non ami me. E non mi rispetti. Non presti attenzione a tutti gli sforzi che io ho fatto per migliorarmi come persona. Non ti prendi cura di valorizzare i miei talenti, di riconoscermi i premi che merito.
Ecco Italia, io sono andata via perche’ Pensavo che tu non mi meritassi.
Ma adesso stai facendo dei sacrifici per riavermi li? Stai lavorando affinche’ io possa tornare con te?
Italia, onestamente quello che vedo e’triste e non mi piace. Sento dire che stai lasciando scappare centinaia di persone come me. E perche’, Italia? Perche’ ti lasci sfruttare da chi non ti vuole bene? Da chi sta con te per abitudine, o per brama di ricchezza,da chi sfrutta le tue potenzialita’ per un tornaconto personale?
Italia, pensaci ti prego.
Pensa a quello che siamo stati per tutto questo tempo. Pensa a chi eravamo e a chi potremmo essere insieme. Noi siamo una forza tutti e due. Ma da soli, l’uno senza l’altro, siamo incompleti, renditene conto.
Cara Italia,impara ad amarmi,ad apprezzarmi, a farmi stare bene.
Ed io ritorno presto, lo giuro.
Ma tu dimostrami che oltre alla tua bellezza sai offrirmi qualcosa di piu’. Perche’ a me Pavarotti, Caravaggio, il Marsala dolce con i tagliancozzi,la nazionale italiana di calcio,le lasagne della zia Enza, a me piacciono. Ma,Italia, solo quelle adesso non bastano piu’.

Però se scegli di amare, fallo per bene. Fallo come se non dovessi amare ancora domani. Fallo come se non dovessi amare più. Se scegli di amare,ama alla follia. Ama come quando sei al supermercato e hai voglia di gelato al cioccolato. Ama come ami tua nonna. Ama come ami il suono delle onde sott’acqua. Se scegli di amare, ama da pazzi. Ama da morire,da vivere,da ridere come fanno i matti,ama come i bambini,senza condizioni. Se scegli di amare,ama e basta. Non perderti nei pensieri,nelle parole,nei litigi. Perditi solo nei suoi abbracci. Se scegli di amare,l’ultima volta non sarà mai davvero l’ultima.

Però se scegli di amare, fallo per bene. Fallo come se non dovessi amare ancora domani. Fallo come se non dovessi amare più.
Se scegli di amare,ama alla follia. Ama come quando sei al supermercato e hai voglia di gelato al cioccolato.
Ama come ami tua nonna. Ama come ami il suono delle onde sott’acqua.
Se scegli di amare, ama da pazzi. Ama da morire,da vivere,da ridere come fanno i matti,ama come i bambini,senza condizioni.
Se scegli di amare,ama e basta. Non perderti nei pensieri,nelle parole,nei litigi.
Perditi solo nei suoi abbracci.
Se scegli di amare,l’ultima volta non sarà mai davvero l’ultima.

3
Mi piacciono le persone strane.
Quelle che ridono senza motivo e che piangono solo perché ne hanno voglia.
Mi piacciono quelle che dicono cio’che gli pare, senza sembrare stupide.
Mi piacciono quelle che osano. Quelle che indossano strani ciondoli a forma di animali selvatici. Quelle che non hanno paura di cosa pensa la gente.
Mi piacciono le persone speciali. Quelle che le ammiri anche se non le conosci. Quelle che sono particolari. Quelle che si contraddistinguono, ma con eleganza.
Mi piacciono quelle in bianco e nero. Che cambiano umore e poi alla fine scelgono di essere felici.
Quelle che odiano il mondo e che spesso sono scontrose. Quelle che quando scelgono di amare,amano alla follia.
7
Il problema e’ che quando trovi finalmente le tue risposte, la vita ti ha già cambiato tutte le domande.

Il problema e’ che quando trovi finalmente le tue risposte, la vita ti ha già cambiato tutte le domande.

1
Io stasera ho voglia di baciarti.

Io stasera ho voglia di baciarti.

4
3